Iren Voltura: come farla, il costo e i contatti

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Sommario: Tra le operazioni luce e gas che puoi richiedere a un fornitore del mercato libero, c’è senza dubbio la voltura Iren. Con questo termine si indica la modifica dell’intestazione di un contratto e delle bollette collegate ad esso. Questo significa che tramite la procedura di voltura diventi il responsabile del pagamento della fatturazione dei consumi di casa, così come il titolare dell’offerta attivata.

Iren luce, gas e servizi è un fornitore molto apprezzato nel settore, per questo motivo sono tanti gli utenti che cercano informazioni sul cambio di intestatario del contratto con questa azienda. Senza dubbio la compagnia luce e gas si contraddistingue per l’approccio digitale e sostenibile della propria proposta commerciale, così come per la trasparenza dei costi e per l’ampia scelta di alternative da valutare e da poter attivare in caso di voltura.

Il cambio di intestazione delle bollette con Iren non è l’unica operazione energetica che hai la possibilità di richiedere, infatti puoi anche procedere con il subentro o l’allaccio, a seconda dello stato del contatore e delle tue forniture. Qui approfondiamo la differenza tra queste opzioni, così come tutte le informazioni necessarie e da conoscere prima di inviare la domanda di voltura Iren.

Ecco perciò le risposte alle domande più frequenti sull’argomento, ad esempio quali sono i passaggi, quando presentare la modulistica, quali documenti servono, quali sono i costi e le tempistiche, la voltura mortis causa e i riferimenti del servizio clienti Iren.

Iren Voltura: i passaggi della procedura

Innanzitutto, prima ancora di contattare il servizio clienti di Iren luce, gas e servizi è fondamentale capire quale sia lo stato del tuo contatore e delle utenze. Difatti, come anticipato, in base a questo elemento puoi individuare se sia proprio la voltura con Iren la procedura corretta da seguire, oppure se sia quella di subentro o allaccio.

Se il macchinario è presente e la fornitura è attiva, puoi seguire gli altri passaggi e presentare la domanda di cambio di intestazione del contratto. Tra questi ci sono:

  1. Recupera i documenti e le informazioni indispensabili per voltura Iren luce e gas (che trovi elencati nel dettaglio in seguito);
  2. Scegli il canale di contatto messo a disposizione dal fornitore che meglio si adatta alle tue esigenze, ad esempio la procedura online o tramite numero verde;
  3. Comunica i dati relativi a te, al precedente intestatario e alle utenze;
  4. Ricevi la conferma via e-mail, all’interno della quale trovi i dati di fornitura e quelli relativi al nuovo titolare.

Come e quando richiedere una Voltura Iren

In linea generale, puoi richiedere la voltura Iren online o tramite il numero verde nel caso in cui le utenze non siano state interrotte a seguito di una morosità o di una disdetta. Nello specifico, per presentare la domanda è fondamentale che il contatore sia ancora attivo, eroghi energia o gas e il contratto non sia stato interrotto. In caso contrario potresti dover procedere con un’operazione diversa rispetto al cambio di intestazione delle bollette.

Più nella pratica, la voltura con Iren viene presentata se c’è un nuovo affittuario e il precedente non ha chiuso le utenze. Un altro esempio può essere la situazione in cui due coniugi si separano e l’intestazione delle fatture deve essere a carico solo ad uno dei due. Infine altre due casistiche sono quelle del decesso di un parente (quindi voltura mortis causa) o dell’arrivo di un nuovo proprietario dell’immobile.

A prescindere da tutto ciò, ricorda che non tutte le offerte possono essere sottoscritte nel caso di voltura luce o di voltura gas. Ad esempio alcune tariffe sono dedicate esclusivamente al subentro o all’allaccio, quindi il consiglio è quello di verificare sempre quest’informazione prima di procedere con la richiesta al servizio assistenza.

Quali documenti servono per la Voltura Iren?

Prima ancora di rivolgerti al servizio clienti Iren è fondamentale recuperare tutti i dati che ti verranno richiesti dall’operatore del numero verde o durante la procedura guidata sul sito ufficiale. Molti di questi puoi trovarli all’interno di una bolletta recente, che puoi chiedere al precedente intestatario al fine di presentare correttamente la domanda.

Tra i dati che devi comunicare per la voltura Iren luce e gas ci sono:

  • Il nome, il cognome e il codice fiscale del nuovo titolare del contratto;
  • I dati dell’intestatario precedente, che sono sempre nome, cognome e codice fiscale;
  • L’indirizzo di fornitura (e di fatturazione se diverso, ad esempio per le seconde case);
  • Il documento d’identità del futuro titolare delle utenze;
  • Nel caso della voltura luce la potenza impegnata;
  • Una lettura recente del contatore;
  • Il codice POD per la voltura luce e/o il codice PDR per la voltura gas.

In aggiunta a tutti questi dati, dovrai fornire anche un documento che attesti la proprietà, il possesso o la regolare detenzione dell’immobile. In più presenti la dichiarazione sostitutiva di certificazioni e/o l’atto di notorietà.

Ricorda che deve presentare la richiesta di cambio di intestazione delle bollette il nuovo inquilino, cioè colui che sarà il nuovo titolare del contratto. Tuttavia, come puoi vedere dall’elenco dei dati necessari, è imperativo avere nome, cognome e codice fiscale del precedente intestatario.

Oggi non è più necessario il modulo di voltura Iren, in quanto la procedura può essere seguita comodamente online o tramite il servizio clienti. Perciò non devi scaricare alcun documento, né firmarlo o inviarlo al fornitore. Questo approccio pratico e trasparente da parte dell’azienda viene spesso premiato anche all’interno delle recensioni su Iren che puoi leggere online.

Infine se presenti la domanda di voltura ad Iren luce, gas e servizi in merito a una fornitura di tipo business questi dati potrebbero cambiare leggermente. Ad esempio invece del codice fiscale ti viene richiesto il numero di partita IVA.

Costi da sostenere per la Voltura Iren

A differenza del mercato tutelato, dove è l’Arera a definire condizioni contrattuali, prezzi energetici e costi delle operazioni per tutti i fornitori in Regime di Maggior Tutela, quello libero è caratterizzato dalla facoltà delle compagnie luce e gas di definire tutti questi aspetti.

Più nello specifico, per quanto riguarda i costi della voltura Iren gas e luce ci sono due voci di spesa principali:

  • Gli oneri di gestione per il distributore locale, che sono gli stessi per tutti i fornitori del mercato libero, che sono pari a 25,88 € + IVA;
  • Il contributo dedicato al fornitore, che invece viene personalizzato da Iren e riguarda il costo di gestione della richiesta, che è pari a 23 €.

Di conseguenza, il costo complessivo per la voltura della luce o del gas è pari a 48,88 € + IVA. In aggiunta a questo importo potresti dover aggiungere il prezzo dell’attivazione di eventuali servizi extra, come le Iren Smart Solutions.

Quali sono le tempistiche per la Voltura con Iren?

Un’altra informazione importante riguarda i tempi di voltura con Iren, così come con gli altri fornitori, ad esempio Sev Iren. Conoscere le tempistiche di questa procedura nel dettaglio ti permette di presentare la richiesta in tempo per il trasloco, così da ricevere da subito le bollette a tuo nome e da avere intestata la fornitura di casa tua.

I tempi della voltura sono gli stessi per tutti i fornitori, in quanto vengono imposti e stabiliti dall’Arera. In linea generale puoi ottenere il cambio di intestazione del contratto e delle forniture entro un periodo di tempo che va dai 4 ai 7 giorni lavorativi.

Queste tempistiche sono suddivise in due momenti specifici:

  1. 2 giorni lavorativi che servono al servizio assistenza di Iren per verificare i dati inoltrati dal cliente e per inviare la documentazione al distributore locale, cioè l’operatore che si occupa nel concreto dell’operazione;
  2. Almeno altri 2 giorni lavorativi per il distributore locale che si occupa della registrazione del voltura dopo l’analisi dei dati ricevuti.

In merito ai tempi della voltura Iren c’è un’altra informazione utile da conoscere. Cioè da luglio 2021 puoi richiedere in contemporanea il cambio di intestazione e la modifica del fornitore. Invece in passato dovevi attendere che fosse completata la voltura prima di procedere con il cambio della compagnia luce e gas. Questa modifica ti permette così di velocizzare l’intero iter e di gestire entrambe le pratiche in una sola domanda.

Tutti i contatti Iren

I contatti messi a disposizione dal fornitore, come il numero verde Iren, possono essere utilizzati per diversi motivi, non solo per ottenere la voltura luce e gas. Ad esempio puoi rivolgerti all’assistenza clienti per richiedere la domiciliazione bancaria, la rateizzazione delle bollette, per informazioni sulle offerte luce e gas così come sulle attivazioni e sulla disdetta.

Tra i riferimenti del servizio clienti Iren ci sono:

Offerta Iren
Caratteristiche Dettagli
Numero Verde Servizio Clienti 800.96.96.96
Autolettura Contatore 800.012.305
Autolettura Gas Piemonte 800.085.335
Area Clienti IrenYou Accesso tramite IrenYou
App IrenYou Disponibile su dispositivi mobili
Guasti Teleriscaldamento 800.255.533
Sito Web Ufficiale www.irenlucegas.it
Live Chat Disponibile sul sito
Email Gruppo Iren posta@gruppoiren.it
PEC Gruppo Iren irenspa@pec.gruppoiren.it
Posta Ordinaria Via Nubi di Magellano, 30 – 42123 Reggio Emilia

Oltre a questi contatti utili, puoi seguire anche le pagine ufficiali del fornitore sui social. In questo modo rimani in aggiornamento sulle novità del mercato così come dell’azienda, seguendo:

  • La pagina Facebook @irenlucegas;
  • L’account Instagram @irenlucegaseservizi;
  • La pagina LinkedIn Iren Luce Gas e Servizi;
  • Il profilo Twitter @Irenlucegas.

In aggiunta a tutto questo, ricorda che potrebbe tornarti utile recuperare una bolletta recente prima di rivolgerti al servizio clienti. In questo modo hai la possibilità di comunicare prontamente all’operatore tutte le informazioni che ti verranno richieste per identificare le utenze, tra cui ci sono il codice POD per la luce e/o il codice PDR per il gas.

Voltura Mortis Causa con Iren

Quando l’intestatario di un utenza decede e contatore e forniture risultano ancora attivi è possibile procedere con la voltura Iren mortis causa. Con questo termine si indica l’operazione che ti permette di modificare l’intestazione del contratto e delle bollette, anche se il titolare è deceduto.

Per richiedere questo procedimento è sufficiente seguire i passaggi della voltura tradizionale. Quindi devi verificare che il contatore risulti ancora attivo e il contratto in essere, reperire le informazioni necessarie, contattare il fornitore e presentare la domanda.

La differenza principale con la procedura che abbiamo precedentemente analizzato sta nel fatto che questo tipo di voltura Iren, motivata dal decesso del precedente intestatario, è gratuita nel caso in cui a presentarla sia un parente convivente o l’erede. Se chi lo fa non è una di queste due figure invece la voltura è a pagamento, secondo il prezzi della voltura tradizionale.

Tra i documenti da fornire in caso di voltura per decesso con Iren ci sono:

  1. Il codice cliente che trovi in bolletta;
  2. I dati anagrafici del precedente intestatario e il suo ultimo indirizzo di residenza;
  3. Un documento d’identità del nuovo titolare;
  4. Il certificato di morte del precedente intestatario.

In aggiunta tutto ciò deve presentarsi la condizione di essere l’unico erede o di avere l’autorizzazione e la firma da parte degli altri eredi. È bene occuparsi subito della richiesta di voltura Iren mortis causa, in quanto anche a fronte di consumi pari a zero potrebbero maturare dei costi fissi in bolletta, che nel tempo possono portare a morosità.

Infine è bene ricordare un’altra differenza sostanziale: nella voltura tradizionale il nuovo titolare non è responsabile per la morosità del precedente inquilino, a meno che non ci sia un legame di parentela. Invece in quella per decesso, a fronte del legame di erede o convivente, se ci sono bollette non pagate il nuovo titolare del contratto ne diventa responsabile.

Che differenze ci sono tra voltura, subentro e allaccio

Oltre alla voltura con Iren, ci sono principalmente altre due operazioni luce e gas che puoi richiedere al fornitore. Tra queste ci sono il subentro e l’allaccio, che sono differenti dal cambio di intestazione delle bollette per tempi, costi e stato del contatore.

Come anticipato la voltura di Iren può essere presentata nel caso in cui il misuratore sia presente e attivo, in quanto si modifica l’intestazione di un contratto ancora in essere. Il subentro e l’allaccio sono invece due procedure mirate a casistiche diverse, quindi ecco le principali differenze.

Il subentro con Iren

Il subentro è una delle operazioni luce e gas che puoi richiedere a Iren per ottenere l’attivazione delle utenze di casa. Nello specifico, con questo termine si indica la riattivazione di un contatore che in passato ha erogato energia o gas ma che al momento non risulta operativo.

A differenza della voltura con Iren, il subentro quindi può essere ottenuto solo nel caso in cui il contatore le forniture non sono disponibili né attivi. L’esempio più semplice è quello in cui il precedente intestatario abbia già proceduto con la disdetta del contratto e delle relative utenze, prima ancora del trasloco. Oppure il trasferimento in un immobile che è disabitato da tempo, quindi le forniture sono disattivate.

I tempi del subentro Iren sono di 7 giorni lavorativi per l’energia elettrica e di 12 giorni lavorativi per il gas. Invece il costo viene stabilito dal fornitore nel mercato libero, e prevede in totale un importo di 50 €+IVA, all’interno del quale sono inclusi gli oneri amministrativi dedicati al distributore locale (pari a 25,88€). Invece nel mercato tutelato è l’Arera a imporre un costo uguale a tutte le aziende che operano in Regime di Maggior Tutela.

Al contrario della voltura, in caso di decesso del precedente inquilino non è prevista una procedura separata o specifica. Quindi anche in questo caso dovrai seguire l’iter simile per tutte le operazioni luce e gas, cioè:

  1. Contatta il servizio clienti Iren;
  2. Comunica le informazioni necessarie per il subentro;
  3. Ricevi la conferma via e-mail della procedura;
  4. Attendi 7 o 12 giorni lavorativi a seconda delle utenze;
  5. Ottieni l’attivazione delle forniture.

L’allaccio con Iren

Tra le operazioni luce e gas, l’allaccio è sicuramente una delle più complesse. Il motivo è semplice: consiste nell’installazione del collegamento alla rete di distribuzione di un nuovo contatore laddove non è presente. Dunque l’allacciamento è l’iter da seguire nelle nuove costruzioni, in cui posizionare un nuovo misuratore dei consumi o esso non sia allacciato alla cabina di trasformazione.

La complessità di questa operazione si riflette anche nella definizione di costi e tempi, che possono cambiare a seconda di diversi aspetti, primo tra tutti se si tratta dell’allaccio luce o gas, così come del grado di difficoltà dei lavori da eseguire. Questa procedura inoltre richiede specifici passaggi, come:

  1. Recuperare le informazioni e i documenti necessari;
  2. Contattare il fornitore o il distributore locale;
  3. Presentare la domanda, aggiungendo un numero di telefono;
  4. Essere contattati dal distributore locale per un sopralluogo;
  5. Ricevere il preventivo completo di costi e tempi;
  6. Accettare il preventivo pagandolo;
  7. Attendere la fine dei lavori di allaccio.

Puoi comunicare questa richiesta al fornitore così come al distributore locale, tuttavia l’operatore che ingaggi può determinare un aspetto fondamentale dell’allacciamento. Cioè rivolgendoti al servizio clienti del distributore locale ottieni l’installazione e l’allacciamento del misuratore, ma non la sua attivazione. Al contrario con l’allaccio di Iren hai anche l’attivazione di quest’ultimo, in quanto sottoscrivi un contratto di fornitura e un’offerta luce e/o gas su misura delle tue esigenze.

Come anticipato, prevedere tempi e costi di un allaccio non è così semplice, in quanto ci sono numerosi fattori che possono influenzare i due aspetti. Per quanto riguarda le tempistiche, queste variano dai 10 ai 60 giorni lavorativi, cambiando a seconda del livello di difficoltà dei lavori da svolgere.

Invece per i costi il consiglio è quello di attendere il preventivo dettagliato da parte del distributore o del fornitore, in quanto ci sono molti elementi che possono influire. Per quanto riguarda la fornitura gas sono principalmente le difficoltà dei lavori che possono portare la spesa finale a raggiungere i 1600 €. Invece per le utenze dell’energia elettrica ci sono tre fattori principali:

  • Quota fissa, dedicata al distributore locale;
  • Quota distanza, che cambia a seconda della lontananza del punto di prelievo con la cabina di trasformazione;
  • Quota potenza, che varia in base alla potenza disponibile del contatore, ad esempio 3,3 kW per quelli domestici.

Per maggiori informazioni sulle differenze tra voltura, allaccio e subentro puoi visitare questo link. Al suo interno trovi diverse informazioni verificate e ufficiali che possono aiutarti anche ad orientarti con maggiore facilità tra le offerte luce e gas del mercato libero, così come tra le procedure di attivazione.

Se stai pensando a voltura, subentro o allaccio, parla con i nostri esperti per una consulenza gratuita

02 82 95 64 02

Info

Potrebbero interessarti le seguenti pagine e guide!

Aggiornato su 5 Lug, 2024

redaction La Redazione
Redactor

Daniele Tarantino

SEO Specialist

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

En savoir plus sur notre politique de contrôle, traitement et publication des avis